domenica 8 luglio 2012

I figli sono frecce....E semifreddo alla ricotta

Oggi ho portato ad una mia collega di lavoro, più giovane e con le figlie ancora piccole questa poesia di Gibran, che non conosceva. Io la trovo molto bella e fonte di grande verità e la riporto qui, per i pochi che non la conoscono e per sapere che cosa ne pensate voi.. 

I Figli – Gibran

E una donna che reggeva un bimbo al seno disse, Parlaci dei Figli.
E lui disse:
I vostri figli non sono figli vostri.
Sono i figli e le figlie della brama che la Vita ha di se stessa.
Essi vengono attraverso voi ma non da voi,
e sebbene siano con voi non vi appartengono.
Potete donare loro il vostro amore ma non i vostri pensieri.
Poiché hanno pensieri loro propri.
Potete dare rifugio ai loro corpi ma non alle loro anime,
giacchè le loro anime albergano nella casa di domani,
che voi non potete visitare neppure in sogno.
Potete tentare d’esser come loro, ma non di renderli
come voi siete.
Giacchè la vita non indietreggia nè s’attarda sul passato.
VOI SIETE GLI ARCHI DAI QUALI I VOSTRI FIGLI ,
VIVENTI FRECCE,
SONO SCOCCATI INNANZI.
L’Arciere vede il bersaglio sul sentiero dell’infinito,
e vi tende con la sua potenza affinchè le sue frecce possano
andare veloci e lontano.
Sia gioioso il vostro tendervi nella mano dell’Arciere;
poiché se ama il dardo sfrecciante,
così ama l’arco che saldo rimane.
 """"""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""""
E adesso passiamo al dolce:

La ricetta di oggi invece è una variante di una torta che avevo in mente di fare da tanto tempo e che prevedeva questa crema di ricotta, tra due strati di pandispagna sottile. Gli amici venuti a trovarci, Caronte, Minosse..e compagnia bella mi hanno convinto a fare una versione più rapida con i savoiardi vediamo come.Ingredienti:
  • Savoiardi
  • 250g ricotta
  • 75g zucchero
  • 3 fogli gelatina
  • 200 ml panna fresca e 2 cucchiai latte
  • succo d'ananas
Procedimento: amalgamate in una terrina la ricotta con lo zucchero, io ho usato quello a velo, montate la panna e unitela  alla crema di ricotta insieme alla colla di pesce, ammollata, strizzata e fatta sciogliere sul fuoco con poco latte.Mettete la crema ottenuta in frigo ad addensare e componete il dolce, mettendo la crema tra due strati di savoiardi bagnati con il succo d'ananas.
Note. E' un dolce fresco e goloso senz'altro da ripetere. ....

Ma siete d'accordo che i figli sono frecce?....

35 commenti:

  1. I figli non ci appartengono, questo si sa. Anche noi siamo figli e abbiamo preso la nostra strada senza dimenticare le nostre origini.E così deve essere per i nostri figli ai quali abbiamo donato la vita e nel crescerli si cerca di trasmettere loro i valori più sani per il loro cammino di vita. Ma è LA LORO VITA. Questo dolce è perfetto per questi giorni così infernali. A presto Paola

    RispondiElimina
  2. D'accordissimo!! ciao a tutte e buona estate!^__^

    RispondiElimina
  3. con la poesia mi hai commosso...sarà che sono lontana, sarà che è vero...e il dolce è una favola!

    RispondiElimina
  4. L'immagine dell'arciere mi fa paura. Ogni genitore pensa di fare il bene dei propri figli, ma purtroppo non sempre è così. Il dolce mi piace molto, brava!

    RispondiElimina
  5. Mi piacciono moltissimo le poesie di Gibran tratte da "Il profeta" e questa è una di quelle che preferisco. Mi regala sempre un'emozione. Golosissimo il dessert, sarebbe una gran bella "buona notte" averne una porzione adesso :) Baci, buona settimana

    RispondiElimina
  6. Panna e ricotta è un'accoppiata fantastica...bravissima.

    RispondiElimina
  7. Che splendida poesia mia cara...mi ha toccato nella sua verità. Grazie anche per questa meravigliosa ricetta!!!Sei davvero bravissima. Buon inizio settimana

    RispondiElimina
  8. non conoscevo questa poesia e ti ringrazio per averla pubblicata. Credo proprio anche io che i figli non appartengono a propri genitori e hanno il diritto di crescere liberi, guidati dal genitore si, ma fino ad un certo punto.
    Mi ispira molto la crema del tuo dolce con il succo d'ananas, chissà che bontà.
    baci sabina

    RispondiElimina
  9. semplice ma d'effetto complimenti
    ciao cris

    RispondiElimina
  10. Panna e ricotta mi fanno impazzire!!!!

    RispondiElimina
  11. mamma mia che goduria per il palato questo dolce!!!!

    RispondiElimina
  12. La poesia sui figli è molto bella e vera,tremendamente vera!
    Il dolce è golosissimo,complimenti.
    Buona settimana.

    RispondiElimina
  13. Certo che si...è pura realta'....ma non tutti sono convinti!!
    Posso avere una fettinina di questa dolcezza??che bonta'!!
    baci

    RispondiElimina
  14. Adoro Gibran...
    ...io sono tra coloro che conoscono questa meravigliosa poesia ^_^ , e ogni volta che la rileggo mi fa venire i brividi...
    ...sì, concordo, i figli sono frecce, che però DEVONO essere "lanciate" dall'arco e dalla mano giusta!

    Mammamia che bontà assoluta,
    domani frugo nel frigo e se mi manca qualche ingrediente mi fiondo a comprarlo...
    ...GRAZIE !!!!!!!!

    Un bacissimo!

    M@ddy

    RispondiElimina
  15. bellissima la poesia è quello che mi dice sempre mio marito,complimenti per la ricetta!

    RispondiElimina
  16. Amo Kahlil Gibran, mi piace talmente tanto che ho persino chiamato il mio cane Gibran... Questa dei figli è una delle mie preferite ed è una profonda verità, anche se non è sempre facile lasciare andare chi si ama... Il tuo dolce è super goloso, da provare al più presto! 1 bacione Valeria

    RispondiElimina
  17. bellissima questa poesia e poi che dolce meraviglosoooo, un paio di fette per merenda

    RispondiElimina
  18. Splendida la poesia e strepitoso il dolce!!! Complimenti per tutto, un bacione

    RispondiElimina
  19. Mari e Fiorella grazie per la visita, mamma mia questa poesia mi ha tolto il fiato è molto profonda, anche io sono convinta che i figli non sono nostri!!! il dolce è molto buono!!!

    RispondiElimina
  20. hola....luce muy rico es una tentación,abrazos y abrazos.

    RispondiElimina
  21. Gibran tocca sempre le corde del cuore, per il mio matrimonio una mia collega e amica mi ha fatto una lettera con il testo sul matrimonio di Gibran e mi ha commossa...
    Ora ci vorrebbe questo vostro fresco dolcetto :) un abbraccio

    RispondiElimina
  22. La poesia di Gibran è tratta dal suo libro il Profeta ed è sempre un gran bel leggere...sì i figli sono frecce, frecce che dobbiamo lanciare nel vento, senza mirare, con un approccio zen, perchè sono le frecce a sapere dove andare e non l'arciere. Certo che se continuate a proporre queste ricette, Caronte, Minosse e co. non se ne vanno più! Provare a dargli minestrina e stop...magari ci lasciano ;-) Buona giornata e a rileggerci presto ♥

    RispondiElimina
  23. la poesia la conoscevo,ma la torta no!
    Baci

    RispondiElimina
  24. * Grazie per essere passata da me ed avermi così dato l'opportunità di conoscere questo vostro meraviglioso blog
    * Grazie per avermi fatto scoprire questa bellissima e profonda poesia
    * Grazie per questa fresca e dolce ricetta (adoro l'ananas) che farò al più presto
    Tante gioiose giornate a tutti
    nonnAnna

    RispondiElimina
  25. Bellissima la poesia...grazie perchè non la conoscevo.
    E che dire mi piace tantissimo anche questa ricetta veloce ma fresca e cremosa!

    RispondiElimina
  26. è semplice, ma d'effetto, la crema di ricotta è sempre molto apprezzata.

    RispondiElimina
  27. mi piace sia la metafora della freccia che questo dolce alla ricotta :-)

    RispondiElimina
  28. bellissima la poesia e divino il dolce, a presto

    RispondiElimina
  29. grazie di essere passate,buona giornata

    RispondiElimina
  30. squisito, il amo la ricotta, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina
  31. Great blog! An interesting and stylish. ;)
    I also invite you to me: http://photographyismyexistence.blogspot.com/
    Yours. Patricia :P

    RispondiElimina
  32. mmmhhh deve essere buonissimo da oggi hai una fans in più se ti va vienimi a trovare a presto rosa.kreattiva

    RispondiElimina
  33. Bella la citazione, andrebbe regalata a tutte le mamme quando gli nasce un bimbo!:-) e il dolce anche!:-) grazie per essere passate a trovarmi, così ho avuto occasione di conoscervi. alla prossima allora!:-)

    RispondiElimina